28 dicembre 2011

Tanto prima o poi ti devi fermare

I giorni di natale sono rapidi e lasciano un inaspettato (?) senso di peso. E' come se avessi una ciambella con la papera posticcia davanti, quella per intenderci che usano i piccoli bipedi d'estate per non affogare . Ogni sera faccio il solito "buon proposito" di infilarmi in una tuta e mettermi a correre la mattina al parco con la quadupede ... poi vedo i quattro disperati che alle 7:00 di mattina arrancano fra il prato ghiacciato e decido sempre per una sana camminata stordito dalla musica che fuoriesce dalla cuffie. Oggi però ho deciso di stupirmi e quando il quarto "disperato" è passato mi sono accodato e ho cominciato a "sgambettare" come un gamberetto impazzito ... quando lo stesso mi ha doppiato la seconda volta ho deciso che la panchina era il mio rifugio e mi sono seduto aspettando che cominciassero a cadere a faccia a terra uno dopo l'altro per potergli passare davanti e dirgli "fatevi un esame di coscienza non c'avete l'età". Ancora non è successo ... ma non desisto e aspetto questo momento seduto con la quadrupede al mio fianco finchè non mi si ghiacciano le chiappe!

7 commenti:

economistapercaso ha detto...

Bravo! La dignità sopra a tutto!!! ;-)

Isabel ha detto...

e il problema è che c'è ancora capodanno da superare!

takajiro ha detto...

beh ma almeno lei potresti farla correre!!

pOpale ha detto...

economista: seduto su una panchina poi sono molto credibile! ;-)

Isabel: ho ancora posto! ;-)

takajiro: gli tiro la pallina e me la riporta! ;-)

Charlie68g ha detto...

non capisco perchè cavolo ti è venuta la malsana idea di fare i primi passi veloci !!!!!

Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

La panchina è lo sport che pratico di più pure io :D

pOpale ha detto...

charlie: me lo chiedo anche io ... sarà stato il troppo zucchero arrivato al cervello di questi giorni! ;-)

Grace: il migliore fra gli sport! :)