20 luglio 2011

Le sedie non sono più quelle di una volta

C'era una volta la sedia da concerto. Era in plastica resistente e sosteneva anche un intera figura umana che in piedi poteva sovrastare le teste altrui divincolandosi .... bei tempi. Oggi nella mia testa tutto questo è svanito. Decido di raggiungere alcuni amici in uno dei tanti posti al fresco dove "sgargorozzandosi" un aperitivo si può ascoltare musica, a volte non proprio di alta qualità, ma stare immersi nel verde sotto gli alberi le sere d'estate non ha prezzo. Non sono proprio una figura esile, ma nemmeno un orca assassina spiaggiata,  e dopo un piccolo giro di perlustrazione trovo l'agognata plastica bianca chiamata sedia da giardino. Mi siedo e mi godo il posteriore come cuscino mentre assaporo una birra chiara, che è costata come un Martini Cocktail quando mi sento scivolare verso il basso lentamente. Penso alle sabbie mobili, cerco con lo sguardo una liana stile tarzan per arampicarmi e sfuggire al mio destino quando le gambe della plastica bianca chiamata sedia si aprono. Rimango "a culo a terra" con bicchiere in mano, su una sedia che è letteralmente svenuta sotto di me tra le risate di chi mi sta intorno. Mi alzo e allargando le braccia dico "è riuscito anche questa volta!". Poco dopo sento un urletto e un tonfo ... ne è svenuta un'altra. Forse le sedie da giardino si stanno ribellando attenti alle terga!

9 commenti:

chaillrun ha detto...

vedi che l'hai pagato il prezzo di startene a gozzovigliare con gli amici, immerso nel verde sotto gli alberi??

eeeehh dai va là, portati la sedia da casa, se no il prossimo giro ..in piedi!

dio da quanto non sentivo la parola .. terga :) mi raffino qua da te ;))

Baol ha detto...

Tanto io la conosco la verità...la tua si è suicidata e tu hai manomesso quella vicino per non sentirti solo

:D

Debora ha detto...

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
Un suicidio di massa di seggiole da concerto..e il concerto in verità l'han fatto..un concerto di terga al suolo!!
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!
E' la parte esilarante di una calda notte d'estate!!!!

pOpale ha detto...

chaillrun: è così alto il prezzo del frescolino oggigiorno ;-)

Baol: opsss ;-)

Debora: per me tutte le sedie di plastica facevano parte di una setta ... o_O

giardigno65 ha detto...

LA PLASTICA al potere !

Alligatore ha detto...

... è successo pure a me qualche anno fa. Non fanno più cose per durare, questa è la triste realtà del capitalismo di oggi. Affondiamo sempre di più nella melma...

Debora ha detto...

Sì, son d'accordissimo con te, facevano parte di una setta, ed avevano organizzato il suicidio di massa x ieri sera... Non sei stato avvertito, il problema è la disinformazione o l'informazione parziale che ci fa incappare in queste cose... o_O

Kylie ha detto...

Mi dispiace per te davvero, ma in effetti non sei l'unica persona a cui capitano incidenti del genere. Quelle sedie sono terribili!

Baci

pOpale ha detto...

giardigno65: ormai hanno sottomesso il legno e sono in trattattiva con il ferro per impossessarsi dell'acciaio! Aiuto!!!

Alligatore: iL termine "affondare" è davvero appropriato! ;-)
bentrovato!

Debora: mi sembrava ci fosse una spiegazione logica! :)

Kylie: Mettiamole al bando e torniamo alle vecchie e rassicuranti sedie di legno! :)
Bentrovata!